LA GRANDE SINTESI DI PIETRO UBALDI PDF

Takazahn Most widely held works about Pietro Ubaldi. Pietro ubaldi la grande sintesi Della Quintana Ranked 6 overall in Foligno things to do. Some types of energy are a mix of both potential and kinetic energy. During this period Foligno flourished and reached the height of its wealth and and pietro ubaldi la grande sintesi controlled a large territory, including Assisi, Bevagna, Giano, Montefalco, Nocera and Spello. The word faith may refer to a particular system of religious belief. Problemas do futuro by Pietro Ubaldi Book 2 editions published in in Portuguese and held by 2 WorldCat member libraries worldwide.

Author:Nizahn JoJojind
Country:Panama
Language:English (Spanish)
Genre:Music
Published (Last):3 July 2011
Pages:220
PDF File Size:3.56 Mb
ePub File Size:3.24 Mb
ISBN:372-2-37036-120-1
Downloads:69071
Price:Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader:Vulabar



Vediamo di accelerare questa gi troppo lunga e insolita premessa. Questi fenomeni sono a misura duomo 28 che ne la misura stessa. Sono in funzione della nostra coscien za come tutto quello che, ad iniziare dalla genesi fisica del nostro mondo, accaduto, accade e accadr. Se cosi non fos se, tanto sarebbe valso al Profeta di predicar la morale alle locuste stesse o al sole e alla luna. Ove cosi non fosse, il no stro mondo sarebbe assoluto e non relativo quale esso e si dimostra.

Sarebbe statico, immobile, assurdo, impossibile a concepirsi e a comprendersi, non potrebbe addirittura esistere o, tuttal pi, pi che di un Dio apparirebbe come lopera di un Demonio per in contraddizione con se stesso 29 , in statu viae di pentimento e ravvedimento, di progresso se pi piace, il che a conti fatti tutto torna come si vuole dimostrare. E allora ci si dica una sola ragione per cui questi incredibili fenomeni non dovrebbero accadere in un momento preciso dellevoluzione del mondo che il nostro critico momento sto rico giustifica in pieno secondo Il loro accadimento, motus in fine velocior, ormai una questione di tempo a breve scadenza di termini, misurabile in anni e non certo in secoli o millenni.

I fatti attuali parlano chiaro. La mente delluomo ha ormai toccato i confini dello spa zio e del tempo dove tutto pu ridursi a zero 31 , in un deserto fisico e mentale e, a questo punto nevralgico dellevo- 28 Apoc. X III, Per dirla allora con una teorialimite del nostro tempo, la Relativit di Einstein, che que sta unificazione sviluppa con la nozione gi accennata di con tinuo spazio-tempo , o continuo quadridimensionale , non si tratta che di risolvere un problema di coscienze in termini di eventi spazio-temporali fenomeni dovuti ad una per turbazione o distorsione di questo continuo in cui la mente umana, per esser giunta a concepire una simile teoria, dimostra di per s un ovvio suo originale rapporto con tale distorsione dalla quale ne esce tuttaltro che estranea e ir responsabile.

Come si vede e abbiamo gi detto, luomo non pu che confessare altro e sempre che se stesso e dalle sue opere lo si riconosce Cerchiamo allora di convenirne: la storia del nostro mondo altro non che un immenso dram ma di coscienze, la storia del rimorso di un tragico errore. Di qui, insomma, lo spirito nel nostro tempo di que sta teoria detta di relativit sorta in funzione di svincolo dei nostri assolutismi e non certo per capriccio di scienziati o per limitarsi solo ad un progresso scientifico-tecnologico, ma per volont finalistica della Legge, dellevoluzione della vita at traverso i suoi piti evoluti esponenti, per porre sempre piti ordine, con linguaggio adeguato, nella babelica confusione dei moti fenomenici leggi individui e per cui in sede di misure giudizi ci che appare vero ad un individuo non lo per un altro, ci che uno afferma laltro nega, con le relative di scordie che ne conseguono.

Relativit di posizioni, di gradi evolutivi di coscienze, di velocit e tempi personali lungo la scala dellevoluzione e umane ascensioni Relativit di esperienze in un puro mezzo continuo comune a tutti che per noi qui non ha pi senso ed importanza riempirlo o svotarlo, secondo 32 Cfr.

Fantappi, op. Ascensioni umane, dello stesso A. L insistere infatti nella ricerca di un principio della materia nella materia stessa, qualsiasi consistenza fisica e astratta le si voglia dare, costituisce una petizione di principio bella e buona, una tautologia di na tura diabolica, che oggi non pu concludere che in un risul tato finale del tutto negativo, quello appunto della dissolu zione scientifica della materia e in maniera fisicamente anche violenta bomba atomica ; comunque in un vuoto del l anima, in quell intervallo tra Dio e luomo propostoci dalla Relativit dove la mente umana, nulla avendo da sosti tuirvi se non se stessa, si perde nellinconcepibile, nellignorabimus e nellanarchia inevitabile del solipsismo Sorge, cosi, spontanea la domanda quale debba essere al lora l esperienza necessaria e finale che in risposta alle ultime istanze del nostro pensiero dobbiamo fare su questa nostra comune terra per il semplice fatto di esservi nati e dalla qua le, carne della nostra carne, siamo infine tutti sorti.

La ri sposta pensiamo averla data sul phylum logico del pensiero biblico, non ultima su quello della scienza che, se anche di estrapolazioni metafisiche non vuole sentirne parlare, possiamo definire, se lespressione non dispiacer, come una religione che non vuole nominare invano il nome di Dio, altrettanto di quanto si possa definire la religione come una scienza che non vuole nominare invano quello dellUomo. Il punto in comune sempre lo spirito delluomo che osserva e sperimenta. E al lora la risposta la conosciamo tutti, da tempo immemorabile, perch essa ci data dal primo problema che luomo si po se da quando inizi a prendere coscienza di s e del mondo ostile in cui viveva, quello indiscutibile del dolore e del come risolverlo nel migliore dei modi, sia per la terra che per il cielo: vivere bene, vivere in pace, secondo ragione, secondo 35 Si noti la coincidenza di questo vuoto scientifico cui si giunti, con quello teologico del nulla prima della creazione, detto in fun zione di svincolo dalla pertinace idea di una materia primordiale dalla quale Dio avrebbe tratto la Sua Creazione.

Se questo tipo di accordo una volta si chiamava Dio , oggi tanto in discredito da aver Lo persino eliminato Dio morto in nome dellumana autonomia di coscienza, ora possiamo chiamarlo anche Legge rendendoLo, senza intervalli di vuoti o pieni e di incomprensibili Sue azioni a distanza, molto pi accettabile alla ragione, presente, intimo e operante in noi che non prima, pur rispettandone lassoluta trascendenza come supremo Autore della Legge stessa Atei e credenti, scienziati e teologi, ebrei e cristiani possono darsi ora la mano.

Altre realt feno meniche e obiettive ci attendono per oltre la nostra 40 , altre dimensioni esistenziali ci aspettano, dimensioni e realt che solo individui ipersensitivi e fondamentalmente religiosi, antenne dellavvenire, hanno percepito e possono percepire.

Fin qui insomma Einstein, ultimo esponente del pi rigo roso e positivo pensiero umano, oltre la cui teoria di relativit non si pu pi proseguire con il rigido metro analitico e ma terialistico adottato dalla scienza, a meno, beninteso, di un at to opposto, immediato e sintetico, di rivelazione. O luno o l altro comunque, ma non contemporaneamente.

Lo vieta come

CARRO DE PARO CARDIORESPIRATORIO PDF

Ubaldi Pietro - La Grande Sintesi

.

FELISBERTO HERNANDEZ EL CABALLO PERDIDO PDF

La Grande Sintesi — Libro

.

LIBER SANCTI IACOBI PDF

La grande sintesi

.

Related Articles